Il messaggio d'amore di San Valentino di Jesus Sananda. - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il messaggio d'amore di San Valentino di Jesus Sananda.

Sananda, Esu,Kathryn
 

Il messaggio d'amore di San Valentino di Jesus Sananda.

https://counciloflove.com/2020/02/jesus-sanandas-valentines-message-of-love/

(traduzione Ben Boux  www.lanuovaumanita.net)

Saluti, sono Jesus Sananda. Sono Gesù, sono Gesù Cristo, sono Yeshua, sono Yeshi - IO SONO. E così siete voi. Vi do il benvenuto in questo giorno, questo tempo, questa stagione, quest'anno e questo Pianeta dell'Amore.

Sì, spesso parliamo di amore, insegniamo amore, infondiamo amore, instilliamo amore, discutiamo di amore, ma oggi, insieme come sorelle, fratelli, amici e alleati, festeggiamo l'amore, questa qualità amorfa, perché cos'è l'amore?

Non vengo da voi come scienziato quantistico dell'amore eterno. Vengo da voi come fratello, come amico, come uno che sa, ricorda, comprende e capisce ciò che deve essere umano - sì, con le prove e le tribolazioni, ma anche con la gioia squisita, quella gioia radiosa del sole, la dolce felicità, la dolce gentilezza.

Ma cos'è l'amore, perché è tutto e non è niente? È l'Essenza Divina - l'Essenza dell'Uno e l'Essenza del Tutto.

La nostra guida e la vostra guida, vista e non vista, è semplicemente essere l'amore. Il modo in cui lo fate, e il modo in cui lo facciamo, non è solo in quello che pensate come servizio - perché a volte, o qualche volta, non ha un senso, sì, ovviamente, di responsabilità, ma quello a cui sto alludendo è un po' di fatica, di obbligo? E questo non è affatto il servizio.

Ma il modo in cui sperimentiamo l'amore è veramente l'unione, l'abbraccio di voi stessi, di tutto, di tutti, degli altri. L'amore è difficile da definire, vero? Eppure, quando sentite l'amore, quando provate l'amore, quando conoscete l'amore, non c'è nulla di misterioso al riguardo. E non è solo un momentaneo sentimento di entusiasmo, di elevazione, di felicità. È la sostanza del Tutto.

Quando diciamo che è l'Essenza del Divino, che è sublime, ci sono momenti in cui è difficile, come esseri umani, aggrapparsi alle vostre braccia, afferrare le dita, essere in grado di assaggiarlo e annusarlo. E davvero, è per questo che vi sono stati dati tutti i vostri sensi in modo da poter sperimentare l'amore, che potete davvero conoscerlo.

Spesso sembrate un essere umano intangibile, eppure è conosciuto molto chiaramente nel tangibile: nel profumo di un fiore o della primavera, il profumo della pelle di un bambino, il profumo della vostra amata, il sapore del miele o della spezia, il sapore dell'acqua dolce, il suono della vostra musica preferita, che si tratti di una sonata o di un rap - è tutto amore.

Sì, ci sono pezzi di musica arrabbiata, e a volte abbiamo sicuramente canalizzato musica in grado di stimolare la rabbia fuori da voi, ma non è di questo che sto parlando oggi. Sto parlando di quella canzone o melodia che vi fa cantare il cuore, che vi fa sorridere e che volete cantare insieme, o sedervi completamente incantato dalla bellezza dell'uomo o della donna che l'ha creata. E in ciò esiste una forma di unione sacra.

Sì, spesso vi ho parlato - e, ovviamente, non me ne stanco mai e spero che nemmeno voi!.. [ridacchia] - ma vi ho parlato della mia sacra unione, della mia sacra unione con la mia amata Maddalena, e questo è spesso l'esempio più ovvio e appariscente dell'amore, è come vi sentite nella sacra associazione.

Ma quello che voglio anche ricordarvi in questo giorno di festa dell'Essenza del Tutto, è in quante mode, maniere e modi che sperimentate e potete sperimentare l'amore. Agli occhi di un bambino, agli occhi di qualcuno che si avvicina a 100 anni, ai loro occhi non c'è solo la saggezza di ciò che hanno imparato, ma la compassione ed il sostegno di ciò che dovete ancora sperimentare. Penseremmo che questo sarebbe un dono e tuttavia, così spesso, gli occhi sono distanti dai molto vecchi.

Quando ne avete l'opportunità, interagite davvero con coloro che hanno trascorso una vita imparando l'amore. Imparate da loro, dalle loro esperienze e da ciò in cui sentono di aver fallito, che come sapete è un termine improprio. Sentite l'amore. E sentite l'amore nella musica e nel canto degli uccelli, che sia un corvo o un bellissimo uccello canoro. Ognuno di loro lancia i messaggi d'amore che stanno condividendo. Lasciate che non parlino solo alle vostre orecchie, ma al vostro cuore!

Sì, abbiamo parlato di questo tema dell'ascolto del cuore e del parlare del cuore, ma quando lo facciamo, vogliamo che voi lo ascoltiate; vi invitiamo ad ascoltarlo e sperimentarlo in tutti i modi. Ascoltate crescere l'erba. Ascoltate la neve che cade. Ascoltate il congelamento del ghiaccio. Ascoltate la brezza. Perché tutti contengono messaggi d'amore, non solo dagli elementi e dalla stessa Gaia, ma da tutti noi.

Tante volte siete così impegnati che non avete tempo o l'inclinazione per ascoltarci quando vi chiamiamo: "Ti amiamo, ti amiamo, ti amiamo!" Quindi usiamo il vento, gli uccelli e l'acqua per parlarvi.

Ma ciò di cui vorrei davvero parlarvi, di questo giorno, è amare voi stessi, amare, onorare il vostro amato sé e non solo il brillante angelo, tutti gli aspetti e gli elementi, tutte le vite in cui siete venuti fuori, ma la vostra espressione divina umana che siete, in forma tangibile, in questo bellissimo corpo proprio ora. Siete magnifici!

Il dono di amare voi stessi è l'essenza della Madre, ma la Madre non vi dice - e sicuramente non ve lo sto dicendo oggi - che amate voi stessi come amate la Madre e così amate la Madre. Tutto ciò è vero. Ma così spesso, in quel processo di elevazione divina, di connessione, ciò che accade spesso è che vi perdete nella confusione, amici miei, o ne avete la tendenza, a causa della vostra umiltà, a causa della vostra pietà, perché siete sacri, vi trascurate in quel mix.

Vi conosco. Vi conosco da sempre. Ma vi conosco anche come amico, come fratello, come alleato proprio qui e proprio ora, e voglio che ci prendiamo questo tempo insieme, proprio ora, non solo per farvi festeggiare, ma per davvero, fondamentalmente, profondamente, straordinariamente, essenzialmente amati - non solo quello che pensate come l'essere che ha praticato l'amore, l'amore incorporato, fatto nel servizio, ma voi con dieci dita e dieci dita dei piedi, o senza le dita dei piedi, con articolazioni artritiche o articolazioni agili, con capelli corti o lunghi, con magrezza o obesità. Voglio che voi amiate.

Quindi non sto solo dichiarando il mio amore e il nostro amore per voi. E sì, sto certamente attivando l'amore per voi stessi mentre parliamo. Ma oltre a ciò, possiamo noi e voi cogliere questo momento infinito, non solo per accettare, ma in quella beatitudine del Tutto Ciò Che È, per amare voi stessi: tutti gli errori, come potete giudicarli, tutti i passi falsi, tutte le prove e le tribolazioni , tutte le vittorie ed il rialzarsi.

Il fatto che voi siate ancora su Gaia, nella forma, nel vostro sé ascendente, creando la Nuova Terra - sì, che sicuramente merita amore. Questo è sempre stato fuori discussione, ma è l'arrendersi ad esso. Arrendetevi e abbracciate delicatamente, con infinita gentilezza, chi siete. Amare se stessi. Senza questo profondo amore non solo per il vostro sacro sé - è la terminologia che usiamo, ma userò le parole il vostro "sé presente-corrente-pieno", il vostro "sé fisico-mentale-emotivo-nella forma" - senza che ci sia amore per voi, non c'è amore per noi o per un altro.

E potreste dirmi: "Yeshua, non è così. Mi sento così riguardo a me stesso, ma amo profondamente e appassionatamente la Madre. Amo profondamente, appassionatamente e pienamente la mia famiglia, mio marito, il mio coniuge, il mio compagno, il mio figlio e la mia figlia più cari. Farei qualsiasi cosa per loro. Morirei per loro."   So di morire per una causa, una credenza e una missione! Dolce amore, vivrai per loro? Vivrai per amore? Vivrai per l'amore del tuo io sacro, umano, fisico?

Perché quando lo fate - e notate che non dico se lo fate - quando lo fate, l'amore che si espande da voi a tutti gli esseri, e sì, quel cerchio interno, fa un salto di qualità. Non è solo moltiplicato. Non è solo al quadrato. Si espande all'infinito perché l'amore non ha confini. Il Divino non ha limiti. Sì, pensiamo alla Madre, e in particolare a mia madre, Madre Maria, che ne hanno definito la forma, ma in realtà non è così. L'essenza dell'amore non ha confini.

Pensateci. Quello che vi invito a fare è quello di amare voi stessi come infinitamente, come potentemente, come l'universo - e in quanto, in questa espressione e l'esperienza e la realtà di amare voi stessi in questo modo, sì, sono l'amore. Questa è la vostra essenza. Questo è il vostro percorso verso la scoperta, la pienezza del vostro essere, la pienezza del vostro sé asceso.

Non ci sono parentesi, non ci sono linee, non c'è delimitazione tra voi e il Tutto. Ma iniziate con questo nutrimento essenziale e l'accettazione in soggezione e meraviglia - non in "Immagino di stare bene", no - in questo profondo timore e meraviglia di chi siete, che avete scelto il minuto, l'ora e il giorno per prendere forma, e in questo corpo, e in queste circostanze. Siete un potente creatore e vi state muovendo in questo ogni giorno di più. Ma l'essenza è l'amore.








 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu