Messaggio di Natale di Jesus Sananda: Tu sei il dono. - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Messaggio di Natale di Jesus Sananda: Tu sei il dono.

Sananda, Esu,Kathryn
 


Messaggio di Natale di Jesus Sananda: Tu sei il dono.

Canalizzato da Linda Dillon, Counciloflove.com, 21 dicembre 2019

https://counciloflove.com/2019/12/jesus-sanandas-2019-christmas-message-you-are-the-gift/

(traduzione Ben Boux  www.lanuovaumanita.net)

Saluti, sono Yeshua, sono Jesus Sananda, sono Jesus, sono Yeshi. E io sono tuo come tu sei mio. Ti do il benvenuto in questo momento di rinascita, in questo momento in cui l'ostia celeste annuncia letteralmente la rinascita dentro e fuori della forma.

Tradizionalmente, questo periodo dell'anno ha significato lo scambio di doni, di regali. La vostra presenza sul pianeta, sulla Terra, con la dolce Gaia è un dono profondo e profondo per me, per la Madre, per il Padre, per il Tutto.

Ma quale regalo vi porto? Quale regalo desidero concedervi? E cosa desidero condividere con voi riguardo ai vostri notevoli progressi, risultati, spinta in avanti nell'ultimo anno, nell'ultimo decennio?

No, il decennio non è iniziato nel 2012, ma certamente, dolci angeli di luce, è stata una svolta fondamentale - un punto in cui avete ipotizzato di essere coscienti, consapevoli al momento - quando voi, ognuno di voi e il collettivo in un livello di evoluzione spirituale e maturità che in realtà era abbastanza inaspettato, avete dichiarato alla Madre, Padre, Uno, che avete scelto l'amore.

Qualcosa potrebbe essere più prezioso? Qualcosa potrebbe invertire la tendenza? Che voi scegliate non solo di pensare a voi stesso e al vostro desiderio di essere nella pienezza del vostro sé asceso, ma piuttosto di procedere da solo, o con una piccola cricca, che avete scelto di ascendere come uno, con i vostri fratelli e sorelle di questo pianeta ?

Il resto di questo decennio è stato veramente lavoro, gioco, espansione, ancoraggio, evoluzione? Sì! Avete spazzato i tavoli. E avete eliminato sotto i tavoli. E avete ancorato non solo i vostri problemi fondamentali, ma la verità su chi siete, individualmente e collettivamente. Avete scelto di procedere non con uno schiocco delle nostre dita, ma con l'assunzione della verità di chi voi siete e che siete sempre stati.

Ora è il momento - sì, nel vostro tempo, nel tempo della Madre, nello stagno d'argento del tempo di [Arcangelo] Uriel - è tempo che voi emergiate, come sono emerso Io, un tempo fa, dalla caverna, dalla tomba.

La somiglianza tra voi e me, amati, è praticamente esatta. E perché sto parlando della risurrezione e della Pasqua quando è Natale? Perché voglio che voi capiate, non solo riguardo ai doni che portiamo a tutti oggi, ma anche al dono che siete. A proposito del potere, della potenza, della luce che siete.

Avete vissuto in un periodo molto buio e non intendo semplicemente negli ultimi dieci anni, negli ultimi cento anni o negli ultimi duemila anni. Avete vissuto in tempi molto bui. Non intendo questo in termini di divisioni, la divisione che è stata creata da coloro che desiderano mantenere o abusare del potere. Intendo l'oscurità della solitudine, dell'isolamento. Potrei anche dire l'abbandono del sogno? E non solo il vostro sogno, ma il sogno della Madre, il sogno del Padre, il sogno di molti nelle galassie.

Quell'oscurità finisce perché la chiarezza della visione, che non è altro che la chiarezza del cuore, viene ripristinata. Ed è vero che sia stato fatto per voi? No. Si sta facendo con voi. Oh, abbiamo fatto qualche messa a punto, senza dubbio. Ma anche voi nelle vostre scelte, nella vostra spinta in avanti, nella vostra scelta dell'amore.

Ora entrate in un tempo nuovo. Non fa male guardarvi alle spalle. Non vi trasformate in un pilastro di sale. Guardate oltre la vostra spalla e guardate me. Guardate la mia amata Maddalena, la nostra famiglia, la nostra cerchia, i nostri amici - i discepoli, gli apostoli e secoli di santi, profeti e saggi.

Guardate oltre e quando lo fate, vedeteci. Vedeteci come parte dell'ondata finale della Madre del suo Tsunami di Amore - spingendo, guidando. Non correte indietro. Guardate cosa è stato realizzato.

E poi, amati, guardate avanti, perché io sono proprio di fronte a voi. Vi ho chiesto diversi anni fa di venire e di camminare con me. Bene, ora vengo e vi chiedo di correre con me, di volare con me, di librarvi in aria con me. E voi dite:
"Signore, non c'è niente al mondo o al di là di quello che vorrei di più".

E così, ciò che vi dico, rivendichiamo insieme oggi il vostro diritto - il vostro diritto divino, il vostro diritto storico, il vostro diritto di nascita - di essere nella pienezza del vostro sé asceso. Il mio dono per voi per Natale, per Hanukkah, per mercoledì, per martedì, per ogni singolo giorno, non è solo il dono del mio amore, ma il dono della rinascita.

Siete stati nella caverna, siete stati nell'oscurità. Sapete com'è, e siete arrivati al punto morto e siete ritornati nel cuore della Madre / Padre / Uno. Ora, spingiamo da parte la pietra. No, non perché voi ascendiate al cielo, ma che camminiate sulla Terra in armonia con tutti - con gli elementi e gli elementali, con Gaia, con la vostra famiglia delle stelle - molto presenti ora. Con noi che ritorniamo in questo momento di rinnovamento e celebrazione. Sì, me compreso.

È ora. Mi dite:
"Sì, Yeshua, Signore, come faccio?"
È una procedura molto complicata, ma la sottoporrò con voi. Voglio che vi alziate ed andiate nel vostro bagno, vi guardate allo specchio e vi vedete, e vi vedete veramente, vi abbracciate, vi amate e mi vedete in piedi proprio accanto a voi.

Sì, nella privacy di casa vostra. E forse è nella privacy del vostro tavolo che mi avete preparato un posto, cari amici. Sono sicuro che arriverò affamato. Lo sono sempre stato, lo sapete. Questo fa parte del piacere di essere su un pianeta dove c'è cibo e bevande, acqua e aria. Non lo dico a nessuno di voi casualmente. Oh, vi prendo in giro. Ne faccio della luce con questo.

Avete dato alla luce il vostro io sacro e sicuramente, ognuno di voi, ha conosciuto i dolori del travaglio. Ricordo di essere nato attraverso Maria in forma umana, emerso attraverso il canale del parto. Così tanta attenzione viene sempre data alla madre, come è corretto. Ma me lo ricordo, quel senso di - anche se sapevo cosa ci aspettava - una leggera ansia. "Sono sicuro di essere pronto per questo? Sono sicuro che quando emergerò nello splendore della luce - il canale del parto è buio? " È come essere nel vuoto.

Quindi siete spinti, spinti nella luce. Fortunatamente, non sono stato colpito. Ero semplicemente coccolato. Questo è quello che state facendo. State nascendo nella luce del pianeta. Mentre la Madre potrebbe essere quella che vi sta dando alla luce, io sono certamente lì con voi per essere un'ostetrica, per darvi non solo il primo buffetto, ma per aiutarvi con il vostro primo respiro di aria fresca chiara, pulita, pura, pura, pura . Per guidarvi, per camminare con voi, per correre con voi, non come umano oppresso, ma come angeli luminosi nella forma, nella verità, nella potenza, nella forza e nella luce di chi veramente siete.

Questo non è un dono di preparazione, miei cari. Questo è un dono di dire "Andiamo!" E so che avete già detto "Sì".

Andate con il mio amore e andate in festa. Addio.







 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu