Pasticcio coronavirus 6. L'epidemia di Bergamo. - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pasticcio coronavirus 6. L'epidemia di Bergamo.

Altri
 

Pasticcio coronavirus 6. L'epidemia di Bergamo.

(traduzione Ben Boux  www.lanuovaumanita.net)

https://fromrome.info/2020/03/27/was-the-winter-flu-vaccine-pre-designed-to-promote-a-coronavirus-epidemic/?fbclid=IwAR0gyMdWLAMZzsO6yiZ8V2X4CrioxRCHjotDSVjbOZrSifSuGZ9QjLE0ShE

Notizia
Il vaccino contro l'influenza invernale è stato pre-progettato per promuovere un'epidemia di coronavirus?


27 marzo 2020 da Rome Editor
di fr. Alexis Bugnolo.

Gli italiani stanno ancora cercando di capire perché Bergamo, di tutte le città italiane, è l'epicentro dell'epidemia di Coronavirus, mentre altre città hanno tassi di infezione e mortalità molto più bassi. Un fattore potrebbe essere che la città è stata vaccinata in massa non una, ma due volte, nei 2 mesi precedenti l'epidemia di Coronavirus nella città. In autunno, secondo le registrazioni, 141.000 dosi di vaccino contro l'influenza invernale sono state somministrate dal consiglio sanitario locale. Di questi soggetti, 129.000 erano italiani con più di 65 anni. Di questi, 129.000, il 70% aveva gravi problemi cardiaci.

Poi, ancora, a dicembre, dal 24 a gennaio, c'è stato un programma di vaccinazione di massa contro l'epatite-C di 21.331 cittadini di Bergamo. E nella provincia circostante, altri 12.000 cittadini.

Pericoli del vaccino Winter Flue

In uno studio scritto da Greg Wolf, della US Armed Forces Surveillance, Airforce Branch, e pubblicato sul Journal, Vaccine, il 10 gennaio 2020, e intitolato Vaccinazione contro l'influenza e interferenza da virus respiratorio tra il personale del Dipartimento della Difesa durante il 2017- Nella stagione influenzale 2018 , è stato scoperto che il personale militare americano a cui è stata somministrato il vaccino contro l'influenza invernale ha avuto una probabilità maggiore del 36% di contrarre un'infezione da coronavirus.

Nella sua conclusione, Greg Wolf scrisse:

La ricezione della vaccinazione antinfluenzale non era associata all'interferenza virale tra la nostra popolazione. L'esame delle interferenze virali da parte di specifici virus respiratori ha mostrato risultati contrastanti. L'interferenza del virus derivato dal vaccino era significativamente associata al coronavirus e al metapneumovirus umano; tuttavia, una protezione significativa con la vaccinazione è stata associata non solo alla maggior parte dei virus influenzali, ma anche alle coinfezioni da parainfluenza, RSV e virus non influenzali.

Lo studio ha incluso una tabella che ha analizzato gli effetti osservati:

DOD-studio-influenzale-vaccino-Coronavirus-1024x388

Che mostra nella terza colonna, l'aumento della deviazione standard per l'infezione virale da quella specie di virus dopo essere stato vaccinato con l'influenza invernale. Corona è elencato come 1,36, cioè con un aumento del 36%.

Conflitto di interessi di Sanofi Pasteur.

È stato riferito che il vaccino antinfluenzale somministrato a Bergamo era Vaxigrip Tetra , un prodotto di Sanofi Pasteur, la stessa azienda farmaceutica che sta lavorando ad un vaccino per il coronavirus! Vaxigrip Tetra è indicato nella pubblicità del Ministero della salute per il vaccino antinfluenzale invernale come un vaccino quadrivalente contenente 4 ceppi di virus influenzali H1N1 e H3N2, anche se non è nominato lì per nome, può essere dedotto dalla descrizione del vaccino per Vaxigrip Tetra, che ha ricevuto l'approvazione nel 2016 per l'uso in Europa. Va sottolineato, tuttavia, che né H1N1 né H3N2 sono classificati come coronavirus, anche se le loro fotografie microscopiche sembrano quasi identiche al coronavirus.

Resta, quindi, della possibilità scientifica, che Bergamo, l'epicentro dell'epidemia Coronavirus, in Italia, e attualmente in tutto il mondo, è stato preparato per la suscettibilità, consapevolmente o inconsapevolmente. Come riportato da David Kaftal in precedenza, per FromRome.Info, The Bill e Melinda Gates Foundation hanno le loro impronte digitali su ogni aspetto dell'epidemia di Corona. E sì, la loro Fondazione il 29 ottobre 2013 ha annunciato uno sforzo di collaborazione con Sanofi Pasteur per sviluppare metodi più rapidi per la ricerca e lo sviluppo di vaccini.

Si tratta di preparare la suscettibilità in modo da giustificare la vaccinazione di massa con il nuovo vaccino contro il coronavirus preparato da Sanofi Pasteur? A voi la decisione.








 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu