Pasticcio coronavirusa. La cura con vitamina C. - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Pasticcio coronavirusa. La cura con vitamina C.

Altri
 

 
Il governo di Shanghai raccomanda ufficialmente la vitamina C per COVID-19


Originariamente pubblicato su  www.orthomolecular.org

di Andrew W. Saul, caporedattore

(traduzione Ben Boux  www.lanuovaumanita.net)

Dichiarazione di non responsabilità : questo articolo non intende fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento.

(OMNS, 3 marzo 2020) Il governo di Shanghai, in Cina, ha annunciato la sua raccomandazione ufficiale di trattare COVID-19 con elevate quantità di vitamina C per via endovenosa.  Le raccomandazioni sul dosaggio variano in base alla gravità della malattia, da 50 a 200 milligrammi per chilogrammo di peso corporeo al giorno fino a 200 mg / kg / giorno.

Questi dosaggi sono approssimativamente da 4.000 a 16.000 mg per un adulto, somministrati per via endovenosa. Questo specifico metodo di somministrazione è importante, afferma l'esperto di terapia endovenosa Atsuo Yanagisawa, MD, PhD, perché l'effetto della vitamina C è almeno dieci volte più potente per via endovenosa che se assunto per via orale. Il dottor Yanagisawa è presidente del giapponese College of Intravenous Therapy di Tokyo. Dice "La vitamina C per via endovenosa è un antivirale sicuro, efficace e ad ampio spettro".

Richard Z. Cheng, MD, PhD, un medico specialista cinese-americano, ha lavorato a stretto contatto con le autorità mediche e governative in tutta la Cina. Ha contribuito a facilitare almeno tre studi clinici cinesi sulla vitamina C per via endovenosa attualmente in corso. Il dottor Cheng è attualmente a Shanghai, continuando i suoi sforzi per incoraggiare ancora più ospedali cinesi a implementare la terapia con vitamina C che incorpora alte dosi orali e C per IV .

Il dottor Cheng e il dottor Yanagisawa raccomandano entrambi la vitamina C orale per la prevenzione dell'infezione da COVID-19.

Una dichiarazione ufficiale del secondo ospedale dell'Università di Xi'an Jiaotong (2) recita:

"Nel pomeriggio del 20 febbraio 2020, altri 4 pazienti con nuova polmonite coronavirale grave si sono ripresi dal reparto ovest C10 del Tongji Hospital. Negli ultimi 8 pazienti sono stati dimessi dall'ospedale ... raggiunto una dose elevata di vitamina C buoni risultati nelle applicazioni cliniche. Riteniamo che per i pazienti con polmonite neonatale grave e pazienti critici, il trattamento con vitamina C dovrebbe essere iniziato il più presto possibile dopo il ricovero.

Una rapida applicazione di grandi dosi di vitamina C può avere un forte effetto antiossidante, riduzione delle risposte infiammatorie e miglioramento della funzione endoteliale ... Numerosi studi hanno dimostrato che la dose di vitamina C ha molto a che fare con l'effetto del trattamento. la dose di gh di vitamina C non può solo migliorare l'antivirale livelli, ma soprattutto può prevenire e curare lesioni polmonari acute (ALI) e difficoltà respiratoria acuta (ARDS). "

Per ulteriori informazioni, di seguito è riportato un elenco di precedenti segnalazioni di OMNS su COVID-19 e vitamina C:

1-mar-2020
Notizie Attacchi mediatici Trattamento della vitamina C del coronavirus COVID-19

28 febbraio 2020
Vitamina C e COVID-19 Coronavirus

23 febbraio 2020
TONNELLATE DI VITAMINA C A WUHAN: Cina che usa vitamina C contro COVID

21 febbraio 2020
Tre studi di ricerca endovenosa sulla vitamina C approvati per il trattamento di COVID-19

16 febbraio 2020
La vitamina C endovenosa per grandi dosi precoci è il trattamento di scelta per la polmonite 2019-nCov

13 febbraio 2020
I pazienti coronavirus in Cina devono essere trattati con vitamina C ad alte dosi

10 febbraio 2020
LA VITAMINA C E LA SUA APPLICAZIONE AL TRATTAMENTO DI nCoV CORONAVIRUS: Come la vitamina C riduce la gravità e le morti per gravi malattie respiratorie virali

2 febbraio 2020
Terapia endovenosa con vitamina C in ospedale per coronavirus e malattie correlate

30 gennaio 2020
Trattamento nutrizionale del coronavirus

26 gennaio 2020
La vitamina C protegge dal coronavirus



Riferimenti
1.  https://mp.weixin.qq.com/s/bF2YhJKiOfe1yimBc4XwOA
2.  https://2yuan.xjtu.edu.cn/Html/News/Articles/21774.html

OrthomolecularNewsService

Dichiarazione di non responsabilità : questo articolo non intende fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento. Le opinioni espresse qui non riflettono necessariamente quelle di GreenMedInfo o del suo staff.



################################################################



La ricerca suggerisce. Gli alimenti e le bevande medicinali che proteggono dal coronavirus.

https://www.greenmedinfo.com/blog/medicinal-foods-and-beverages-protect-against-coronavirus-research-suggests


Mentre il mondo, al momento, sembra essere in una fase di accelerazione intorno allo scoppio del coronavirus, con pochissime speranze fornite attraverso gli approcci medici convenzionali, la realtà è che ci sono già alternative naturali che sono già state e continuano a valere la pena di indagare .

La buona notizia è che nel corso degli anni sono stati condotti numerosi studi su sostanze naturali, relativamente facili da accedere, eccezionalmente convenienti, con migliaia di anni di storia in molte culture di uso sicuro e che includono spezie culinarie che possono sostenere la tua immunità mentre ti nutre profondamente in questi tempi stressanti.

Abbiamo creato un database delle malattie del coronavirus su GreenMedInfo.com, che raccoglie questi studi e semplifica la visualizzazione degli abstract e la loro condivisione con altri. Puoi anche consultare il nostro rapporto su questa ricerca qui: Gli studi trovano trattamenti naturali per il coronavirus . Questa non è la prima volta che ho segnalato questo tipo di ricerca per un "virus mortale". Abbiamo anche sezioni sulla SARS e sul virus Ebola, che include un rapporto che ho fatto sui trattamenti naturali per il virus dell'Ebola esistente, suggerisce la ricerca, includendo anche articoli intitolati, La vitamina C può curare l'ebola? e liquirizia mostrata per uccidere SARS e altri virus letali .

Mentre esiste una significativa gente che sostiene che COVID-19 è unicamente resistente agli stessi composti (farmaceutici o naturali) da cui sono inibite le "normali" infezioni da Coronavirus, queste affermazioni hanno egualmente bisogno di convalida scientifica poiché quelle che sostengono il contrario sono vere. Fino a quando non lo sapremo per certo, non ci possono essere danni nell'usare le prove scientifiche a portata di mano e nell'utilizzare il principio di precauzione adempiendo al sistema medico più antico, più sicuro e più usato al mondo, che anche il fondatore della medicina occidentale, Ippocrate stesso a lungo ha esortato i suoi seguaci a usarlo quando ha detto "lascia che il cibo sia la tua medicina".  

Inoltre, considera che i cosiddetti "casi confermati" di COVID-19 non sono stati validati correttamente dai test del CDC. In effetti, secondo un rapporto del Politico del 6 marzo, "una volta che il CDC iniziò finalmente il suo regime di test nazionale, vacillò in quasi ogni modo immaginabile. I test iniziali non hanno funzionato e i funzionari stanno verificando se ci fosse possibile contaminazione."  Inoltre, le infezioni del tratto respiratorio superiore possono essere provocate da una vasta gamma di virus (nonché dalla proliferazione batterica). Il seguente estratto da una  meta-analisi del 2018  sull'alta dose di vitamina C e infezione del tratto respiratorio superiore (URTI) fa luce su questo importante argomento:

"Il raffreddore comune, noto semplicemente come raffreddore, è definito come un'infezione del tratto respiratorio superiore (URTI) causata da vari virus, caratterizzata da sintomi come tosse o starnuti, mal di gola, naso chiuso o che cola, mal di testa, febbre, dolori muscolari o arti doloranti, e così via. Tuttavia, a causa di sintomi simili, nella maggior parte dei casi non è possibile distinguere tra i diversi tipi di raffreddore comune, altri URTI e influenza.

Per quanto riguarda la virologia e la fisiopatologia, le URTI sono un gruppo di malattie in senso lato, tra cui raffreddore comune, faringite virale, laringite, herpangina, faringocongiuntivale e faringotonsillite batterica, piuttosto che una singola malattia diagnosticabile. Circa il 70–80% degli URTI è causato da virus, come il rinovirus, il coronavirus, l'adenovirus, il virus dell'influenza e della parainfluenza, il virus respiratorio sinciziale, il virus dell'influenza A e il virus Coxsackie e l'altro 20-30% è causato da batteri. L'influenza è causata dal virus dell'influenza, di cui tre sottotipi colpiscono l'uomo (virus influenzale A, B e C ;Il 30–80% dei casi di raffreddore comune è stato attribuito a oltre 200 ceppi di rinovirus. "

Dato il numero significativo di punti interrogativi sull'effettiva presenza o meno di un focolaio COVID-19 in questo paese, in assenza di test validati da terze parti, il minimo che possiamo fare è di non fare alcun danno utilizzando il supporto a base alimentare.

Le sostanze naturali che sono state studiate per le infezioni da Coronavirus includono:

Tè nero
Cannella
resveratrolo
aglio

È interessante notare che sappiamo già che bere tè verde e nero ha centinaia di potenziali benefici per la salute basati sull'evidenza, tra cui la riduzione del rischio di infezione da MRSA a metà . È dubbio che qualsiasi cosa di origine farmaceutica (agenti chimici o sintetici biologici brevettati) possa riprodurre l'efficacia, e certamente non la sicurezza, di qualcosa di così semplice come questo intervento quotidiano basato sullo stile di vita.

Quindi, cosa succede quando si aggiungono altri agenti immunodepressivi? Che dire della vitamina C, che abbiamo trattato in più post precedenti, che sembra essere così efficace che il governo cinese e le autorità mediche lo usano per curare i pazienti con infezione da Coronavirus e, nei primi rapporti, per salvare vite umane? (Questa informazione è così minacciosa per l'establishment medico che stanno vietando i tentativi del Dr. Andrew Saul di far conoscere alla gente il potenziale salvavita della terapia con vitamina C. Video sotto per maggiori dettagli).

Ulteriori informazioni qui .

Chiaramente, il concetto che i germi mortali e invisibili "là fuori" sono fuori per catturarci e che l' esposizione equivale a infezione equivale a morte possibile, è un concetto così spaventoso che probabilmente sta causando le condizioni di immuno-schianto necessarie per contrarre una vera infezione mortale! In effetti, ho quasi deciso di scrivere un articolo intitolato "Cosa dovremmo preoccuparci di più di: germi armati o teoria dei germi armati?",

Al fine di affrontare le implicazioni psicobiologiche dei punti di vista Vecchio contro Nuova Biologia, concentrandomi sulle implicazioni del microbioma e come scatenare una guerra contro i germi equivale ad attaccare l'infrastruttura molto microbica della nostra salute e benessere (cioè il viroma è una parte importante del motivo per cui non soccombiamo a un'infezione mortale). Ho deciso di concentrare la mia attenzione e la mia energia sull'uscita di potenziali soluzioni, ma se sei interessato a saperne di più sull'argomento del perché la "teoria dei germi" ci sta fuorviando e veniamo usati per controllare le masse, Charles Eisenstein qui, o leggi i seguenti articoli:

Perché tutto ciò che hai imparato sui virus è SBAGLIATO.
"I germi possono conferire significativi benefici per la salute, suggerisce la ricerca.
Come il microbioma indebolisce l'ego, la politica sui vaccini.

Torna a soluzioni immediate. L'aglio, ovviamente, ha molte altre applicazioni potenzialmente salvavita, che mi hanno ispirato a scrivere un articolo sull'argomento intitolato " Le proprietà salvatrici dal vivo dell'aglio rivelate ", con un estratto pertinente qui:

"Per quanto riguarda la ricerca, l'aglio ha proprietà antinfettive immensamente potenti (ovvero soppressione della disbiosi e crescita eccessiva opportunistica dei microbi), confermate sperimentalmente per uccidere quanto segue:

Staphylococcus Aureus resistente alla meticillina ( MRSA ).
Tordo (proliferazione fungina nella cavità orale).
Pseudomonas Aerigonosima, compresi i ceppi resistenti ai farmaci.
Infezioni da citomegalavirus.
Aflatoxicosi associata a micotossina.
Infezione da Helicobacter Pylori
Infezione da Candida (lievito).
Infezione da Klebseilla.
Infezione da HIV-1.
Infezione da vibrio.
Micobatterio Tubercolosi, resistente a più farmaci.
Infezioni da Clostridium.
Infezioni virali: Herpes Simplex 1 e 2, virus della parainfluenza di tipo 3, virus della vaccinia, virus della stomatite vescicolare e rinovirus umano di tipo 2.
Infezione da streptococco di gruppo B.

Questa è un'influenza impressionante della ricerca, ma è probabilmente solo la punta dell'iceberg quando si tratta della capacità dell'aglio di combattere le infezioni. Naturalmente, se si desidera visualizzare direttamente i riferimenti dello studio, è possibile trovarne un totale di 433 qui, rilevanti per il potenziale ruolo terapeutico dell'aglio in oltre 250 diverse condizioni: Database di ricerca sull'aglio .

L'aglio è stato specificamente studiato per l'infezione da coronavirus. Nel 2016 in  Avicenna Journal of Phytomedicine , i ricercatori hanno utilizzato il modello di uovo embrionale privo di agenti patogeni per accertare il potenziale anti-Coronavirus dell'estratto di aglio, con l'intenzione di trovare un'alternativa farmaceutica alla bronchite infettiva associata al Coronavirus "IBV", che colpisce l'industria avicola, ma che i ricercatori hanno suggerito potrebbero essere un modello appropriato per altre malattie da coronavirus come la SARS e la MERS. Lo studio ha concluso: "L'estratto di aglio ha avuto effetti inibitori sull'IBV nell'embrione di polli".

Anche se l'aglio è stato usato solo per prevenire le infezioni batteriche, secondarie all'immunosoppressione del coronavirus o come espettorante, dato che ha proprietà dissolventi delle mucose, può fornire un valore significativo in coloro che sono colpiti dalla condizione. Questo è il motivo per cui descrivo l'immenso valore terapeutico della zuppa di pollo nel mio prossimo libro REGENERATE , che credo faccia vergognare il farmaco antivirale farmaceutico Tamiflu, principalmente perché non ha effetti collaterali potenzialmente letali come il farmaco.

Detto questo, è importante ricordare che la ricerca di specifici "proiettili magici" per condizioni specifiche è l'approccio "whack-a-mole" che non affronterà necessariamente i motivi della causa alla radice del perché alcune persone si ammalano dopo l'esposizione, e molti altri no. Dobbiamo ricordare che lo stato immunitario determina la suscettibilità alle infezioni, e proprio come l'esposizione non equivale alle infezioni, né la vaccinazione equivale all'immunità in buona fede.

Niente, nemmeno interventi naturali, garantirà una protezione completa. Detto questo, gli alimenti a supporto immunitario e le pratiche di stile di vita avranno un effetto generalmente protettivo che aumenterà anche la felicità, la capacità di recupero e il senso di benessere di base. La chiave qui non è cercare di combattere il fuoco con il fuoco, ma rimanere il più rilassato ed equanime possibile, perché come ho recentemente pubblicato nel meme qui sotto, la paura globale, nebulosa, guidata dai media globali è probabilmente una delle forze più immunotossiche su il pianeta.

Ecco altre risorse per supportare la tua immunità:

Probiotici
Agenti di supporto immunitario
Vitamina C (liposomiale è la prossima cosa migliore che ho trovato contro endovenosa)

Mycomedicinals

Sayer Ji
Sayer Ji è fondatore di  Greenmedinfo.com , revisore  dell'International Journal of Human Nutrition and Functional Medicine , co-fondatore e CEO di Systome Biomed , Vice Presidente del Consiglio della  National Health Federation , Steering Committee Membro del Global Non- Fondazione OGM .

Dichiarazione di non responsabilità : questo articolo non intende fornire consulenza medica, diagnosi o trattamento. Le opinioni espresse qui non riflettono necessariamente quelle di GreenMedInfo o del suo staff.













 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu