Sananda. Che cos'è essere un terapista? - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sananda. Che cos'è essere un terapista?

Sananda, Esu,Kathryn

Sananda. Che cos'è essere un terapista?

https://www.anjoseluz.com/post/sananda-o-que-%C3%A9-ser-um-terapeuta

Canalizzato da: Anjos e Luz Terapias, 20 giugno 2021.

(traduzione Ben Boux  
www.lanuovaumanita.net)


Cari figli e figlie del pianeta Terra! IO SONO SANANDA!

Ancora una volta è con grande gratitudine che sono qui per trasmettere altri insegnamenti. Oggi parlerò di un argomento, un po' generico, ma che riguarderà molti. Molti di voi ultimamente si sono chiesti: qual è la tua grande missione dell'anima? Perché sei qui ora incarnato, e cosa fare delle tue vite d'ora in poi? Come condurre la tua vita e i tuoi sogni?

Incarnarsi in questo momento è un privilegio, anche coloro che sono stati e se ne sono andati, avevano la conoscenza di ciò che sarebbe accaduto su questo pianeta, in questo momento. E sono anche privilegiati, poiché faranno un passo molto importante nell'universo. E molti altri pianeti stanno osservando cosa accadrà qui in modo che prendano le stesse decisioni e si liberino dalla 3D.

Ma qual è la vera missione delle vostre anime in questo momento? In questo momento, dovete avere solo una preoccupazione, essere su quella strada verso la 5D. Quindi direi che in termini generali, la vostra missione dell'anima è prepararvi, cercare di camminare correttamente, cercare di adempiere a tutto ciò che abbiamo detto per lungo tempo, seguire il percorso su quella strada verso la 5D. Allo stesso tempo, molti hanno sentito un immenso desiderio di seguire percorsi spirituali, percorsi che faranno bene al loro spirito.

Direi che questa è una missione concomitante con la missione di entrare nella 5D. Perché quando arrivate su quella strada verso la 5D, l'amore incondizionato inizia a crescere nei vostri cuori; e questo vi fa pensare non solo a voi stessi, ma agli altri, ai vostri fratelli. E poi ci sono i desideri, le speranze, di aiutarli in qualche modo. Chi ha questa vocazione molto profonda, cerca terapie, cerca di imparare a trattare le energie, proprio con lo scopo di aiutare se stesso e gli altri. Ma vorrei fare una domanda: si adattano tutti a questo modello? O è che molti non hanno l'ego che riempie le orecchie e dice: "Fai questo, fai quello, fai quell'altro" E fate dozzine di terapie, solo per accumulare i titoli che vi danno.

Allora vi chiedo: come state applicando tutto questo? Siete riusciti a mettere tutto insieme per aiutare un fratello? O state ancora cercando di scoprire oggi, quale di queste cose all'interno di questo mucchio di cose che avete fatto, vi porterà ciò che vi aspettavate? Vorrei che ve lo chiedeste. Molti pensano che basti riempirsi di titoli, essere informati di molte terapie; ma direi di no. Quindi ritorniamo all'inizio. Cosa significa fare o imparare una terapia olistica che si occupi di energie? Cosa è? È per avere un titolo? È per aiutare un fratello? O lo fate perché: "Oh, mi farà guadagnare un sacco di soldi!".

Quindi direi che la risposta principale che non avete dato è quella di aiutare la vostra evoluzione, in primo luogo. Qualsiasi terapia voi facciate deve essere focalizzata sulla vostra crescita, sulla vostra evoluzione. Se questo accade, tutto il resto viene insieme. Quindi tratterete voi stessi, tratterete l'altro, e di conseguenza sì, avrete il ritorno economico del vostro lavoro. Quindi prendete nota che l'obiettivo più grande, quando si fa una nuova terapia, è la vostra evoluzione. Ed un altro punto molto importante: scegliete una terapia da fare; e direi che molte volte, sono i vostri insegnanti che mettono la terapia nel vostro percorso, perché capiscono che vi farà bene. Ottimo.

E poi lo fate ed è finita. Avete imparato quello che dovevate imparare e si è fermato lì. È così che interpretate l'essere un terapeuta? È questo il modo in cui lo capite, com'è essere formato per le terapie? O dovreste dedicarvi allo studio, soprattutto riguardo a quella terapia? Oppure dovreste cercare insegnanti, cercare colleghi, cercare libri, non importa dove guardiate, ma dovreste studiarci sopra. Quindi vi chiedo: lavorerete con una terapia e non ne sapete niente, solo quello che avete imparato. Allora come farete pubblicità? Cosa trasmetterete ai vostri clienti riguardo alla vostra capacità di fare quella terapia? Direi che sarà una debole pubblicità, una pubblicità infondata, perché avete appena imparato ciò che vi è stato insegnato ed è stato un bene per voi.

Molti di voi sono disperati, cercano qualcosa, cercano una terapia dove aiutarsi a vicenda. Ottimo. Direi che è un grande obiettivo, ma ripeto che l'obiettivo più grande non può essere quello. L'obiettivo principale deve essere la vostra evoluzione, è ciò che imparerete, è ciò che riceverete dall'Universo esercitando quella terapia, che è la vostra evoluzione spirituale. Quindi posso affermare qui che la stragrande maggioranza di voi sta sbagliando tutto. Vi state solo concentrando, o aiutando l'altro, o avendo un ritorno finanziario, essendo in grado di mostrare il titolo affisso sul muro di un corso che avete seguito. Sistema vietato.

Il percorso, innanzitutto, è la vostra evoluzione, il percorso è il vostro apprendimento, il percorso è il vostro approfondimento di quella terapia che avete scelto. Lavorare con le energie non è come un mestiere meccanico, dove imparate a mettere le viti in una macchina ed a fare la stessa cosa ogni giorno. Non avete davvero bisogno di studiare lì, solo di imparare dove mettere la vite. Ora, quando si scherza con le vite umane, con il passaggio di un fratello, questa non è una ricetta per una torta, che si ripete e ha lo stesso risultato, perché non è così. Tutti quelli che verranno da voi avranno un problema diverso. Quindi quale ricetta di torta applicare? Non esiste  nessun libro che mostri esattamente cosa dovete fare per ogni caso.

Ci sarà saggezza, studio, concentrazione, dedizione, su quella terapia. E voi, in quel momento, saprete esattamente cosa fare con quel caso. Ma no, la maggior parte delle persone pensa che sia sufficiente saper applicare ciò che è stato insegnato e basta. E poi si lamenta: "No, non ha funzionato, non potevo andare avanti!" Mi chiedo perché? Mi chiedo perché? Il vostro obiettivo, in fondo, era davvero la vostra evoluzione? Possibile che il vostro obiettivo, in fondo, fosse quello di migliorarvi il più possibile, subito dopo quello di aiutare un fratello? Oppure avete semplicemente pensato che bastasse fare solo un corso ed avete già imparato tutto; siete pronti per incontrare qualcuno?

In effetti, molti di voi sono pronti. Cosa vuoi dire, diventare pronto? Le vostre anime in altre vite lo hanno già fatto, quindi la vostra stessa anima già vi aiuta, vi mostra già la via, vi dà intuizioni. Quindi per questi il percorso è facile; ed è come se, senza troppa fatica, sapessero già tutto, quello che devono sapere sulla terapia e quello che devono sapere per un appuntamento. Molti altri proveranno, proveranno, proveranno e non si muoveranno perché l'attenzione è sbagliata. È una scelta di questa vita, o potrebbe anche essere una scelta dal lontano passato della vostra anima, dove tutto deve essere ricordato.

Quindi, come far funzionare le cose? Studiare, approfondire, mostrare all'universo che siete effettivamente interessati a ciò che avete fatto, sinceramente interessati all'apprendimento e soprattutto all'evoluzione, a credere quanto quella tecnica vi aiuterà nel vostro viaggio. Dopo aver svolto tutto questo processo iniziale, sarete pronti per il servizio, sarete pronti per insegnare. E ognuno che verrà da voi sarà un insegnamento. E poi, guadagnerete la famosa "esperienza". Sì, è così che crescete; è così che si diventa buoni terapeuti.

Quindi, non guardate alle terapie come ricette di torte. Come ci andate, se prendete una sola lezione o più, non importa; e pensate di essere pronti: "Oh, ora sono pronto per lavorare". Non sapete nemmeno cosa significa quello che avete fatto. Molte volte si fa il corso, si entra da una parte e si esce dalla stessa strada, senza capire nulla; ma hanno il titolo in mano, così possono iniziare a lavorare. Ma poi non funziona niente, non appare nessuno. E vi chiedete perché? È perché l'universo sta cercando di mostrarvi che avete sbagliato tutto? Che in realtà non avete capito niente? E come volete agire con l'altro? Riconosco che lavorare con le energie non farà mai male a nessuno, a meno che non emaniate energia negativa, il che non è il caso delle terapie.

Ma vi dico questo: quando qualcuno viene in terapia per aiutare se stesso, quella persona è nei guai e vuole aiuto. Quindi, se siete un buon terapeuta, sarete in grado di aiutarla, la aiuterete in modo efficace. Ora, se siete quel terapeuta che ha solo un titolo, lei verrà e se ne andrà come prima e non ritornerà mai più da voi. Quindi cercate nel vostro cuore quello che state effettivamente cercando. Non entrate nelle mode: "Oh, lo fanno tutti, lo farò anche io". Per quel motivo? Solo per il titolo? Non esiste una ricetta per la torta nelle terapie olistiche. Ogni paziente sarà un paziente.

Quindi, cercate nei vostri cuori ciò che desiderate. E poi non lasciate i corsi, lamentandovi che non è successo niente. Ascoltate i vostri cuori e vedete a quale scopo avete seguito quel corso. È lo stesso caso di farne molti e non trovarne nessuno. Perché? Perché non vi siete davvero dedicati a nessuno di loro; avete appena aggiunto titoli, tutto qui. Non vi siete fermati a studiare ogni cosa che avete fatto, perché se lo faceste, non trovereste molte, ne avresti una o più, ma non molte, come fanno molti.

Questa non è evoluzione. Fare corsi non indica evoluzione, evoluzione è approfondire ciò che si è fatto, è comprendere la terapia, è cercare risposte in quella terapia e soprattutto in primis curare sé stessi. Pensate che sia bello aprire bocca e dire: "Voglio trattare l'altro" Dove il grande obiettivo non è quello; l'obiettivo deve essere quello di trattarsi prima. Dopo aver capito, il trattamento che avete ricevuto con quella terapia, allora sì, dico che sarete pronti per iniziare una percorso di cura.

La disperazione non porta a nulla. Anche l'attenzione alla finanza non porta a nulla. Non è così che avrete l'energia del denaro che circola a modo vostro. Circolerà, sì, ma finché questa è una conseguenza, non l'obiettivo principale.






 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu