Sananda. Sii pronto per il cambiamento e Parliamo Di Educazione - La nuova umanità

Vai ai contenuti

Menu principale:

Sananda. Sii pronto per il cambiamento e Parliamo Di Educazione

Sananda, Esu,Kathryn

Sananda. Sii pronto per il cambiamento e Parliamo Di Educazione

https://www.anjoseluz.com/post/sananda-estejam-prontos-para-as-mudan%C3%A7as
https://www.anjoseluz.com/post/sananda-vamos-falar-de-educa%C3%A7%C3%A3o

Canalizzato da: Anjos e Luz Terapias, 17 settembre 2021.

(traduzione Ben Boux  
www.lanuovaumanita.net)


Cari figli e figlie del pianeta Terra! IO SONO SANANDA!

Ancora una volta sono qui, portando la mia energia e tutto l'amore che ho per questo intero pianeta, per tutto ciò che è contenuto in esso. Quando sono stato scelto da Dio Padre/Madre, per portare speranza, per portare amore, per portare cambiamento su questo pianeta, è stato un momento di grande gioia, è stato un momento (non posso negarlo) di apprensione; perché pur essendo un'anima molto evoluta, è stata una grande sfida da affrontare, una sfida che ho subito accettato. Perché quando raggiungiamo certi punti della nostra scala evolutiva, possiamo anche diventare apprensivi, ma la paura non fa parte dei nostri pensieri, perché sappiamo che siamo l'energia stessa di Dio Padre/Madre incarnato, e tutte le sue decisioni sono perfetto e senza problemi ad accettarlo.

Sì, sono diventato un'anima incarnata, in modo da poter portare i miei insegnamenti, in modo da poter portare la verità alle persone di questo pianeta. Come tutti qui ho dimenticato la mia missione. Ad un certo punto della mia traiettoria ero un uomo (come ho commentato nelle mie Lettere), totalmente senza scopo, semplicemente vivendo la vita di tutti i giorni, senza mai immaginare quale sarebbe stata la mia missione nel brevissimo futuro. Il resto di questa storia lo sapete già; chi non lo sa, legga le mie Lettere.

Essere qui a guidare il processo di ascensione di questo pianeta è per me qualcosa di estrema importanza per l'universo. Come già affermato, questo pianeta è stato scelto, per essere un pianeta così com'è stato, "dalle esperienze nella dualità"; in modo che le anime dell'universo possano vedere cosa succede, quando l'amore viene messo da parte, cosa succede quando l'amore è fuori di testa. E così l'universo ha assistito all'intera traiettoria di questo pianeta.

Non pensate che durante tutto questo tempo siete stati dimenticati, anzi, questo pianeta è stato monitorato dall'arrivo di coloro che hanno deciso di impadronirsi del pianeta e hanno rotto tutti gli accordi presi con Dio Padre/Madre, per applicare le lezioni agli esseri umani. L'intero universo era in allerta. Non posso negare che abbiano ripetuto questa impresa su molti pianeti dell'universo. Ed esattamente, il mio approccio, di portare la liberazione di questo pianeta al Consiglio Galattico e preparare tutto questo assalto..., diciamo che questa è tutta "la battaglia modello", in modo che gli altri pianeti prendano lo stesso percorso. E così è stato e così è.

La Luce ha vinto su questo pianeta, mostrando a coloro che pensavano che sarebbero stati in eterno qui e che avrebbero distrutto tutta la vita su questo pianeta, rendendolo inabitabile e facendolo morire nel tempo; mostrando a tutti che siamo vigili e attenti. Non abbiamo mai smesso di guardare questo pianeta, se così fosse non sarei venuto, non avrei abbassato eccessivamente la mia vibrazione, per diventare un umano come tutti voi. Ho compiuto la mia missione piantando il seme dell'amore e della Coscienza Cristica su questo pianeta; questa coscienza, che nonostante tutto l'assalto di quegli esseri, si è moltiplicata e vive fino ad oggi.

È stato travisato, sì; è stato modificato, sì, mi hanno messo in bocca parole che non ho mai detto, hanno cambiato molto di quello che ho detto a loro vantaggio, ma la cosa più importante di tutto è che il mio nome oggi è ancora vivo nei cuori di molti sul pianeta. Anche in altre religioni che non abbracciano il cristianesimo, riconoscono l'importanza di ciò che ho fatto sul pianeta. Chi non si sente così non ha potuto far nascere l'Amore Cristo che io ho seminato.

Quindi, in questo modo, siamo quasi alla fine di questa fase qui su questo pianeta: il rilascio è già avvenuto. Non l'avete ancora capito, perché dovete vederlo per crederci. Ma molto presto, ma non è quel breve periodo di mesi e anni a cui siete abituati quando parliamo;
è breve nel vostro tempo, nel tempo lineare della Terra. Vedrete che tutto ciò di cui abbiamo parlato sta accadendo. E allora sì, potremo porre fine a tutta questa mobilitazione, per la rimozione di quegli esseri che vi hanno manipolati per tanti millenni, dalla superficie del pianeta. Perché negli altri punti non ci sono più, manca la pulizia finale. E poi sì, daremo la nostra vittoria in pieno, al 100%. E possiamo dare: Salute, Osanna, Alleluia!.

Allora sì, inizierà una nuova fase, perché non avrete più chi vi ha manipolati, incitando al male sul pianeta. Solo le menti evolute ed illuminate saranno ai posti di comando. E allora sì, inizierà la grande separazione del grano dalla pula, perché è iniziata già molto tempo fa, attraverso le scelte di ciascuno, per l'arrivo della luce che sta penetrando totalmente nel pianeta. Quindi posso dire che la separazione sarà completa, sarà profonda, perché questi verranno portati via dal pianeta. L'unica cosa che chiedo a ciascuno di voi: non soffrite, non disperate.

Cosa stiamo dicendo qui da molto tempo? "Chi si fida non temerà nulla, nulla soffrirà". Non c'è bisogno di affrettarsi, cambiare, perché sarete dove dovete essere, perché le lezioni devono ancora essere apprese. Ogni incarnazione su questo pianeta è stata molto ben orchestrata e molto ben definita in modo che voi siate oggi, domani o quel giorno, esattamente dove dovete essere, in modo da poter vivere quel momento e non dimenticarlo mai. Questo non è da temere da nessuno.

Capisco che quando si parla di queste cose si dà di matto; la paura perseguita la vostra mente. Quindi dico, questa è un'altra lezione. Perché se emanate questa paura, anche se diciamo "ognuno è dove deve stare e nessuno soffrirà", dov'è la vostra fiducia? Dov'è quel cosiddetto amore per noi? Chi ci ama e si fida di noi, non teme, non ha paura, non si preoccupa, non vive domani, vive oggi, qui ed ora. Quello che accadrà domani sarà la decisione di Dio Padre/Madre, e voi avete piena fiducia nelle Sue decisioni.

E' così che vorrei che vedeste i cambiamenti nel vostro mondo. Questo pianeta non finirà, questo pianeta non si autodistruggerà; dobbiamo solo mostrarvi le conseguenze di tutto ciò che avete fatto al pianeta. Questo non può essere lasciato vuoto, questo non può essere dimenticato. Perché se è così, quando raggiungerete la 5D dopo un po', ripeterete gli stessi errori. E poi non saremo noi a trattenere la vostra vibrazione, perché sono tutte scelte. Se scegliete di distruggere di nuovo il pianeta, non possiamo fare nulla. Non dimenticate mai che state entrando nella 5D con la consapevolezza che avete oggi. Nulla cambierà, solo che voi imparerete a vibrare sentimenti nobili. Ma cosa succede se non potete? E se ripetete ancora, gli stessi errori che stavate facendo qui?

Dovete passare molto per imparare la lezione. Non è una punizione, è una conseguenza degli atti che voi stessi avete commesso. Non è la rabbia di Gaia, non è la vendetta di Gaia. Diciamo che... Pensate ad una reazione chimica, dove mettete due elementi ed iniziano a trasformarsi, e finché ci sono quegli elementi in quel contenitore, quella reazione non si fermerà; un giorno si ferma, ma finché c'è, non lo farà. Rendetelo una base per quello che avete fatto al pianeta. Avete avviato le reazioni chimiche e raccoglierete le trasformazioni, raccoglierete tutto ciò che avete seminato. Se avete fatto cose buone, raccoglierete cose buone.

Chiedo a ciascuno di voi: non può esserci rivolta, non può esserci paura, deve esserci sempre fiducia e fede in ciò che verrà. Capendo sempre che ogni difficoltà, ogni evento, è una lezione da imparare, non una punizione. Questi sono i risultati di ciò che avete iniziato. Avete dato il via alle reazioni e continueranno a verificarsi, fino all'ascensione di Gaia, e soprattutto la vostra. Coloro che hanno già fatto le loro scelte saranno travolti da queste trasformazioni. Comprendete come volete. Non soffrite per le anime che se ne sono andate, non pensate che stiano tutte lasciando il pianeta; no, coloro che hanno scelto di passare per lo spirito saranno trattati e addestrati per ritornare alla 5D modificati ed elevati.

Quindi non giudicate. non metteteli tutti "nella stessa cesta". Credetemi, ogni anima ha già fatto la sua scelta. Non conoscete le scelte della vostra anima, non è per questo che vi arrenderete. Perché se vi arrendete ora, firmate la sentenza per lasciare il pianeta. Se vi tenete in alto, qualunque cosa accada, avete buone possibilità di ritornare un giorno nella 5D e ricordare tutto ciò che avete vissuto. Non ritornerete dimenticati; questo è finito, questo sarà finito.

Nessun cambiamento è facile, nessun cambiamento è semplice. Ed esattamente da ciò che avete seminato, i cambiamenti non saranno belli o piacevoli. Ora spetterà a ciascuno di voi imparare le lezioni e credere, fidarsi, credere che se siete sulla via, se siete sulla via del cambiamento, se siete sulla via dell'ascensione, poter attraversare tutto questo e rialzarvi con sicurezza.


##################################################.


Cari figli e figlie del pianeta Terra! IO SONO SANANDA!

Ancora una volta, vengo da voi per portare la mia energia ed i miei insegnamenti. Oggi vorrei commentare ancora il vostro comportamento in relazione al mondo. Molti non possono sentire la differenza, cosa è ego e cosa non è ego. Cercherò di essere il più esplicito possibile. Come ho detto io stesso: nessuno può vivere senza l'ego, è necessario; vi dà la sensazione di sopravvivenza, la sensazione di essere vivo, di fare tutto il necessario per rimanere in vita. Quindi a questo punto è positivo, e vi sto dicendo che non possiamo nemmeno dare la colpa di tutto all'ego.

L'ego lavora per farvi sempre quello che sarà in prima linea, quello che sarà in cima, quello che impone la sua volontà, quello che ha sempre ragione, quello che non accetta l'opinione dell'altro, quello che si crede sempre più intelligente, più preparato. Questi sono alcuni esempi dell'influenza dell'ego e questa sensazione (lo chiamerò così) sarà con voi fino al vostro ultimo respiro. È inutile pensare che lo ucciderete, totalmente dentro di voi. Potete fare molto, far tacere la sua voce, potete metterlo in un angolino, piccolissimo, in modo che non abbia più la forza di dominare nulla, ma non lo fare finire mai, perché fa parte dell'esistenza dell'essere umano.

La risposta agli attacchi dell'ego è vista e compresa esattamente nei vostri atteggiamenti. Tutti vogliono avere voce, tutti vogliono esprimere la propria opinione, tutti vogliono essere ascoltati. Ma poi chiedo: che ne dite di ascoltare gli altri? Per molti, ascoltare l'altro è qualcosa che non è nella loro lista di atteggiamenti. Sono persone che hanno sempre voglia di parlare, gridare, discutere, imporre le proprie idee per porsi come maestri; e mostrare che non si preoccupano di ciò che viene detto dall'altro. Perché tutto ciò che si pensa e si dice da soli, è fantastico, è meraviglioso, è irreprensibile. Queste persone di solito non accettano le opinioni degli altri, non accettano i pensieri degli altri, tutto deve essere come vogliono, perché ne sanno più degli altri.

Allora perché preoccuparsi degli altri? Devono essere sempre in prima linea, determinando tutto, imponendo tutto, soprattutto le loro idee. La civiltà umana per molto tempo nel passato si è occupata della comunicazione. E questa comunicazione è avvenuta in molti modi. Si è svolta principalmente tramite lettere ed alcuni messaggeri hanno portato quelle lettere ad altre persone. Quando scrivete una lettera, ci mettete dentro tutti i vostri sentimenti, le vostre idee, ciò di cui avete bisogno, tutto ciò che avete il coraggio di mettere su carta e forse non avete avuto il coraggio di parlare di persona. Molto prima delle lettere, c'erano i papiri, le carte che venivano trasportate tra i regni, scritte in frasi brevi, ma con un unico scopo. E queste lettere non erano sempre ben comprese, spesso causavano più problemi che soluzioni, ed era tutto molto dispendioso in termini di tempo, questa comunicazione non era istantanea.

C'è stato un tempo in cui gli animali venivano usati per fare commissioni. E l'uomo si è evoluto, raggiungendo il punto che avete oggi. Parlare in prima persona, parlare dal vivo, è una cosa, perché dovete, per educazione, misurare le vostre parole, misurare il modo in cui parlate. E solo perché siete lì, a fissare la persona con cui state parlando, state osservando la sua reazione. È come un insegnante in una classe: parla, alcuni studenti ascoltano attenti, altri scrivono, altri dormono, altri parlano senza il minimo rispetto per chi sta davanti cercando di insegnargli qualcosa. Ma l'insegnante guarda tutto, sa chi sono i bravi studenti e chi sono quelli che sono lì solo per fare numero o per cercare di passare il voto.

E dalle reazioni, questo maestro, se è bravo, cercherà di portare quegli studenti la cui attenzione è dispersa, nella sua classe, creando movimenti che li rendano partecipi di tutto quel contesto. Ma ci saranno sempre studenti che, anche così, non parteciperanno a niente, saranno lì a fare numero, a far rumore, a disturbare, a intralciare chi vuole studiare. Questa è comunicazione dal vivo.

Quando iniziate a comunicare virtualmente, non vedete la reazione dell'altro, parlate e basta. E questo si è trasformato in un ambiente di pura mancanza di educazione, di incomprensione, e direi anche di stordimento. Perché mentre volete scrivere velocemente come parlate, create nuove lingue, nuove parole, che non hanno nulla a che fare con il vocabolario che avete imparato, cioè la comunicazione, invece di migliorare, sta deteriorando la vostra conoscenza, la vostra lingua ed il vostro modo di essere. Perché quando volete scrivere qualcosa lo scrivete e basta, non pensi: "Come va quella classe?"

Quindi tornerò all'esempio della classe. L'insegnante sta insegnando una materia importante; alcuni studenti stanno partecipando, stanno mettendo le loro opinioni, in altre parole, è una lezione estremamente piacevole e porta una profonda conoscenza a tutti. All'improvviso uno studente che non stava prestando attenzione, porta una frase, un argomento che non ha nulla a che fare con ciò che si stava discutendo, e poi cosa succede al resto della classe che stava prestando attenzione? Inizia a prestare attenzione a chi ha iniziato a parlare, rendendosi anche conto che l'argomento non aveva nulla a che fare con quello. Possono ignorare quello studente che ha detto le sciocchezze fuori contesto, ma quando ritornano a dove erano, quel movimento si perde, l'insegnante stesso perde, come dite di solito "il filo del discorso" e deve continuare a trovare il modo per attirare l'attenzione degli altri studenti.

Oggi, la stragrande maggioranza di voi agisce in questo modo; imporre quello che volete dire. Non siete affatto preoccupati se disturberete la classe, se causerete problemi, non vi importa. Volete solo far entrare quel cittadino, l'ego, dare la vostra opinione, o semplicemente mettere qualcosa che in quel momento vi siete ricordati di chiedere, e che non ha nulla a che fare con l'argomento di quella classe.

Quindi notate come l'educazione all'interno della comunicazione oggi sia totalmente appoggiata ad un muro dimenticato lì, come una scopa. Non c'è più educazione. Non c'è rispetto per l'opinione degli altri. Tutti vogliono mettere la loro opinione e peggio vogliono mettere quello che hanno bisogno di sapere in quel momento, non importa se spezzerà il ritmo della classe. "Voglio informazioni e chiederò. Non mi interessa il resto". Questo è il vostro modo di pensare.

Siete a breve termine. Quando si entra in un'aula, il semplice fatto di aprire la porta attira l'attenzione di alcuni, ma se si apre la porta lentamente, si entra senza fare rumore, ci si siede, può darsi che alcune persone notino il vostro ingresso, ma chi è efficacemente concentrato sulla classe, non noterà nemmeno che siete entrati; e voi state lì zitti e potete partecipare alla questione che viene discussa ad un certo punto o semplicemente stare in silenzio guardando tutto. Potreste non aver contribuito alla lezione, ma non avete fatto nulla per ostacolarla.

Ora se entrate, aprite la porta, sbattete la porta contro il muro, salutate tutti, dite cose che non hanno nulla a che fare con l'argomento, richiamate l'attenzione di tutti, cosa è successo a quella classe/ Quel ragionamento è sparito. Quella lezione che era estremamente piacevole, con tutti che scambiavano idee e pensieri è sparita, perché avete semplicemente fatto conoscere la vostra presenza. Volevate mostrare che stavate entrando nella stanza in modo che tutti potessero vedervi. Non potete semplicemente entrare e perdervi, dovete dimostrare che esistete. Quindi il vostro ego in quel momento si gonfia e dice: "Vai, entra lì, fai rumore, mostra che sei vivo", ed è quello che fate; e pensate che sia meraviglioso perché tutti vi hanno visto entrare. Fantastico per voi, e cosa avete provocato in classe?

Oh no, questo non vi importa, questo è il minimo; volevate entrare, imporre la vostra presenza, e spesso peggio, oltre a mettervi seduti con rumore, ve ne uscite ancora chiedendo all'insegnante di una materia che non ha nulla a che fare con la classe. È una lezione di matematica e gli chiedete come si riproducono gli elefanti, quindi sarà un po' perplesso dalla vostra domanda e cercherà di rispondere. Ma non è la sua classe. Ma dovevate conoscere quella risposta perché mentre andavate a scuola avete visto un elefante, l'avete trovato interessante e volevate sapere come si riproduceva. Notate la mancanza di educazione, la mancanza di rapporto, la mancanza di rispetto, con quell'insegnante che sta davanti e con i colleghi che studiano. Il rispetto è una parola che non conoscete, perché il vostro ego non ve lo insegna;

La comunicazione oggi, istantanea, immediata, meravigliosa, perché tutto accade nel momento, è diventata una grande mancanza di rispetto, perché scrivete quello che volete, chiedete quello che volete; non pensate se l'altra persona dall'altra parte sarà infastidita da ciò che avete scritto. L'altro dall'altra parte è interessato a ciò che gli avete mandato? Una volta ha detto: "Guarda, puoi mandarmi tutte le stronzate che mi piacciono". Se ha detto questo, molto bene; ma non l'ha mai detto e voi continuate a mandare perché pensate che sia interessante. E poiché l'ego è enorme, lo mandate a tutti, senza preoccuparvi che qualcuno dall'altra parte riceverà un messaggio, si preoccuperà di cosa sia, e quando guarderete vedrete una bella sciocchezza. Questo è stato detto molte volte qui, ma sembra che dobbiamo continuare a ripeterlo molte volte in modo che voi cadiate nella realtà di ciò che provocate.

Quindi abbiamo che tutti, non solo Saint Germain, osservano il vostro comportamento. Alcuni sanno come comportarsi. Non molti. Entrano, fanno rumore, spostano sedie, cambiano argomento, perché è immediato, hanno bisogno di avere la risposta in quel momento. Oh, e ce n'è un altro, nessuno si preoccupa di ascoltare o leggere ciò che viene pubblicato, proprio per evitare questo. "Oh no. Non ho tempo per questo", e si comporta nel modo in cui pensa di dover agire.

Quando ieri Saint Germain ha detto che avrebbe potuto chiudere il gruppo... Avete appena sentito cosa ho detto? Saint Germain ha detto che potrebbe chiudere il gruppo. Qualcuno è passato in quel momento e ripete questa informazione, ma non che sia stato lui a dirlo. Allora vi chiedo: "Qual è il tuo scopo in questo?" Causa cosa? Una rivolta all'interno del gruppo? In modo che tutti siano contro coloro che gestiscono il gruppo? Vi rendete conto di quanto siete irresponsabili nelle cose che pubblicate? Non ascoltate, non sentite, non leggete con attenzione e concentrazione e ripetete quello che avete capito; e peggio, sbagliato.

Vi stiamo tutti osservando, non solo Saint Germain. Quando ho detto che potete studiare i decreti di questo viaggio all'interno dei gruppi delle Lettere, è un modo per voi di poter studiare, con persone che già conoscete, che sono abituate a scambiare messaggi. Non ho detto che i gruppi dovevano essere creati dall'esterno. Ho detto? Saint Germain ha detto qualcosa al riguardo, che potreste creare nuovi gruppi grazie a voi all'esterno? Questo è stato detto?

Poi vi lamentate che veniamo qui solo per sgridare. E qual è il vostro comportamento? Prendete decisioni non dette. Tutto è stato fatto, tutto è stato creato, con la pianificazione di tutti noi, non solo di Saint Germain. Quindi, se pensate di non poter studiare in un gruppo numeroso, a causa della mancanza di istruzione delle persone, potete studiare nei gruppi di Lettere, non in gruppi privati. Perché no? Spiegherò. Perché tutto è alimentato da Saint Germain. Ogni gruppo che si propone di studiare all'interno di ciò che è già creato, Saint Germain è lì, insieme, aiutando, aprendo la coscienza di molti; ora se create gruppi dall'esterno, non avrete alcun aiuto, e dico solo: chi insiste a creare i gruppi dall'esterno, non menzioni i gruppi esistenti. Sia molto chiaro.

Non etichettatevi come gruppi di Violet Flame Journey, perché non lo sarete. Spero di essere stato molto chiaro. Chiunque voglia farlo può farlo, ma non etichettatevi come parte del Viaggio. L'obiettivo qui, sia mio che di Miguel, quando stabiliamo le regole, non è essere autoritari e cercare di imporre la nostra volontà. Comprendete tutto questo come apprendimento. Ogni regola, ogni cosa che determiniamo è una lezione; passateci chi volete. Non siete d'accordo, non fatelo, non partecipate. È molto semplice. Ritorno alla scena della scuola. Se siete in una scuola in cui non vi adattate alle regole di quella scuola, è facile, cambiate scuola. Ecco la nostra casa e come la nostra casa ha le nostre regole. Segua chi vuole.

Pensateci molto. Se non siete d'accordo, con quello che vi chiediamo, con quello di cui stiamo parlando, con il modo in cui ci comportiamo, non c'è bisogno di esporsi e dirlo. Per quello? Per gonfiare il vostro ego e mettere energia negativa in classe? Basta voltare le spalle e uscire, è molto semplice. Nessuno vi obbliga a fare niente. Nessuno di noi vi fa fare niente. Andate se volete, ora rispettate le regole.

Quindi vorrei che ognuno di voi ascoltasse questo video con attenzione e concentrazione, e facesse un'analisi, che tipo di studente siete in classe? Come vi comporti in una classe? Perché è esattamente lo stesso gruppo di studio parallelo che siete voi. C'è un'aula lì, non è un casino; non è un posto dove tutti entrano e fanno quello che vogliono; e state tranquilli, che sempre di più noi, io, Miguel e Saint Germain avremo più regole, in modo che coloro che effettivamente vogliono studiare, coloro che effettivamente vogliono studiare, per coloro che effettivamente vogliono imparare ed evolversi, non siano interrotti da altri che vogliono solo affermare il proprio ego. Nient'altro.

Ascoltate attentamente. Se volete interpretare questo come un rimprovero, non ci importa. Questo è l'unico modo per farvi capire le nostre parole. Sfortunatamente, non vorremmo che questo accadesse più, ma abbiamo visto che l'aula del viaggio è piena di studenti che non si preoccupano del Tutto; si preoccupano di affermare l'ego. Quindi sì, dobbiamo imporre delle regole, in modo che questi studenti si rendano conto di quanto hanno ancora bisogno di evolversi, hanno bisogno di calmare il loro ego. Anche questa è una lezione.




 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu